........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 
YouTube player

Il pirata che ha falciato due ragazzine si difende: «Pensavo di aver urtato un palo» #adessonews

LIMANA – Ha ammesso che era in quel posto all’ora dell’incidente ma ha spiegato: «Pensavo di aver colpito un palo e per questo non mi sono fermato: avrei verificato i danni a casa». Come era immaginabile l’indagato per l’investimento con fuga e omissione di soccorso della sera di Ferragosto a Limana ha fornito una spiegazione, già udita in altri casi di cronaca simile. Nella tragedia che avvenne a Cesiomaggiore l’investitore fuggito disse che pensava di aver investito un animale e che per quello non si era fermato. E ancora: nella tragedia avvenuta lo scorso novembre a Fonzaso, dove una donna venne ritrovata cadavere a bordo strada solo la mattina successiva, il giovane automobilista disse di non essersi accorto di nulla. E ora l’investitore delle due ragazze a Limana, che ha parlato di un palo: si tratta di un uomo di Belluno ora indagato a piede libero per omissione di soccorso e fuga dopo l’incidente. 

L’INDAGINE
Il pirata che ha travolto le due giovani di Limana, una minorenne e una maggiorenne, è stato rintracciato in tempi record dai carabinieri che ieri in una nota hanno spiegato così l’indagine: «I militari del Comando Stazione di Trichiana, con il supporto dell’aliquota operativa della Compagnia di Feltre hanno individuato il presunto autore dell’investimento di due ragazze avvenuto nella tarda serata del 15 agosto scorso; lo stesso dopo aver urtato di striscio con lo specchietto le due malcapitate, non si è fermato per prestare soccorso. L’attività è stata svolta partendo dai frammenti raccolti sul posto dell’incidente ed in particolare alcuni codici che si è riusciti ad individuare sulle parti, con questi si è risaliti al modello di auto e forbice temporale di produzione non particolarmente recente». 

LAVORO CERTOSINO
Una svolta, ma il lavoro da fare era ancora tanto. «Questo dato ha permesso di stilare un elenco di 281 veicoli compatibili per modello e periodo produzione – spiegano i militari – che incrociato con le immagini di lettori targa, telecamere pubbliche e private ha permesso di restringere la ricerca. Dall’esame approfondito di migliaia di immagini e da ore di filmati relativi ai giorni precedenti all’incidente e successivi nella provincia è emerso un veicolo comune di media cilindrata che circolava precedentemente all’evento con lo specchietto destro integro e successivamente mancante». Insomma l’auto era proprio quella: lo specchietto era stato perso nello scontro. È scattato quindi il sequestro del veicolo dell’uomo di Belluno: è stato sottoposto ad un primo esame visivo, che ha evidenziato la compatibilità del danno con il fatto accaduto ed i frammenti raccolti. 

L’INDAGATO
L’inchiesta è coordinata dal sostituto procuratore Roberta Gallego. «Il proprietario ammettendo di trovarsi nella zona del fatto – si legge nella nota dei carabinieri – ha riferito di non aver compreso di aver colpito delle ragazze a causa dell’oscurità immaginando di aver toccato un palo e pertanto aveva ritenuto di non fermarsi e quindi verificare il danno giunto a casa». L’investitore rischia grosso: sulla sua testa pendono le ipotesi di omissione di soccorso e fuga dopo l’incidente. La pena prevista è la reclusione da 6 mesi a 3 anni. Dovrà rispondere anche di lesioni stradali, ma per il momento solo se verrà presentata querela da parte dei genitori: le due giovani, entrambe minorenni, hanno riportato lesioni al di sotto dei 40 giorni (per ora), ma devono sottoporsi a una serie di cure che potrebbero fa salire la prognosi. Ricordiamo che lo schianto era avvenuto la sera di Ferragosto in comune di Limana dopo la doppia rotatoria all’altezza del ristorante di kebab. Le due giovani provenivano dalla sagra di Farra di Mel e, secondo una prima ricostruzione, stavano camminando a bordo strada, in direzione Belluno. Improvvisamente alle loro spalle era arrivata quella vettura, che le ha colpite, facendole finire ferite a bordo strada, nella cunetta.

APPROFONDIMENTI

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.ilgazzettino.it/nordest/belluno/limana_pirata_della_strada_carabinieri_investimento-6916357.html”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 
Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.